Chi siamo e cosa facciamo

GVCSA Gruppo Volontariato Civile Squadra Antincendio Fara in Sabina

La nostra Associazione dalla fine degli anni '80

Breve storia

Il Gruppo nasce spontaneamente alla fine degli anni '80, nell'ambito dell'Associazione Culturale denominata "Noi e l'Ambiente", con lo scopo di intervenire nello spegnimento degli incendi che interessavano, e che continuano ad interessare, il territorio Sabino.

Iscrizione a pubblici registri

L'associazione è iscritta al registro delle organizzazioni di volontariato della regione Lazio con decreto n° 1823 del 8 ottobre 1998 e all'elenco delle organizzazioni di volontariato della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile, con notifica del 28 marzo 1997.

Iscritti:

Al momento l'associazione è composta da 47 volontari iscritti, di cui 40 operativi.

Attività di antincendio boschivo

Dal 1988, anno dei primi interventi, ad oggi abbiamo totalizzato numerosissime presenze a fianco dei Vigili del Fuoco, Corpo Forestale dello Stato nell'opera di spegnimento incendi boschivi nell'ambito del territorio del Comune di Fara in Sabina e nei Comuni limitrofi. Le attività di spegnimento incendi degli ultimi anni possono essere schematizzate come segue:

  • 2001: n° 24 interventi effettuati, per un totale di 81 ore di lavoro circa
  • 2002-2003: n° 6 interventi effettuati (un numero esiguo a causa del clima eccezionalmente piovoso in quegli anni nella nostra zona) per un totale di 24 ore di lavoro circa
  • 2004: n° 32 interventi, per un totale di 68 ore di lavoro circa
  • 2005: n° 30 interventi, per un totale di 65 ore di lavoro circa
  • 2006: n°10 interventi, per un totale di 14 ore di lavoro circa
  • 2007: n° 82 interventi, per un totale di 200 ore di lavoro circa
  • 2008: n° 19 interventi, per un totale di 31 ore di lavoro circa

Nel nostro territorio, grazie ai turni di avvistamento da noi effettuati giornalmente nelle ore di maggior rischio, nonché all'immediata segnalazione in sala operativa e successivo pronto intervento, si è assistito ad una sensibile diminuzione degli incendi di grandi dimensioni e dei danni ad essi correlati. Negli ultimi anni l'associazione ha partecipato, inoltre, alla gestione dell'emergenza incendi presso la "Sala Operativa Mista" 1515 e 115 istituita presso il comando CFS e Vigili del Fuoco di Rieti e, nel 2009 presso la Sala Operativa SOUP della Regione Lazio.

Altri interventi di protezione civile effettuati:

Oltre alle attività di emergenza locale nella provincia di Rieti l'associazione ha prestato la propria opera nelle seguenti attività:

  • 1997-98 Terremoto Umbria Marche
  • 1999 emergenza profughi in provincia di Rieti
  • 1999 alluvione provincia di Teramo
  • 1999 alluvione provincia di Rieti
  • 1999 operazione "millenium bug" in collaborazione con la prefettura di Rieti
  • 2000 servizio d'ordine in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù
  • 2002 terremoto Molise
  • 2005 servizio d'ordine ai funerali del Santo Padre "Giovanni Paolo II"
  • 2009 terremoto Abruzzo
  • 2009 servizio radio e sgombero in occasione ritrovamento ordigno bellico a Passo Corese
  • 2010 servizio prevenzione antincendio con pulizia delle strade tagliafuoco a ridosso del capoluogo

Esercitazioni:

  • Reate '98
  • Abruzzo '99
  • Reate 2000
  • Canale Monterano 2005
  • Mesimex 2006
  • Salento 2007
  • Ostia 2007
  • Labo 2007

Preparazione:

  • Nel 1997 otto volontari hanno partecipato ad un corso di 8 ore per "spegnimento incendi boschivi", svoltosi presso la scuola del Corpo Forestale dello Stato di Cittaducale
  • Nel 1999 dodici volontari hanno partecipato ad un corso sulle tematiche generali di Protezione civile, antincendio, scuola sicura, conoscenza dei mezzi antincendio, ecc. Il corso, di 20 ore, si è tenuto presso la Sede dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo " Roma 1", mentre le prove pratiche sono state effettuate presso la caserma dei Vigili del Fuoco di Monte Mario.
  • Nel 2001, otto volontari hanno partecipato ad un corso di 50 ore per "spegnimento incendi boschivi", svoltosi presso la scuola del Corpo Forestale dello Stato di Cittaducale
  • Nel 2004, quindici volontari hanno partecipato ad un corso di 15 ore per "spegnimento Incendi boschivi", organizzato in collaborazione con i volontari del Gruppo comunale di Greccio (Vigili del Fuoco in Congedo).
  • Nel 2005, quattro volontari hanno partecipato ad un corso 8 ore riguardante "telecomunicazioni in situazioni di emergenza e gestione sala radio di protezione civile" organizzato dall'associazione Corpo Emergenza Radioamatori" di Rieti.
  • Dal 2006 ad oggi tutti i volontari seguono i corsi base di antincendio boschivo presso il comando dei Vigili del Fuoco di Rieti organizzati dalla Regione Lazio
  • Nel 2008 e nel 2009 due volontari hanno partecipato al corso di guida sicura e guida fuori strada, presso il centro "Guida Sicura" di Vallelunga.

Mezzi:

  • Land Rover Defender allestito con modulo Antincendio
  • Mitsubishi L200 allestito con modulo Antincendio

Attrezzature, dotazioni e equipaggiamenti:

  • 2 tende 10 posti (una in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 1 tenda 10 posti autogonfiante (in comodato d'uso dalla Regione Lazio)
  • 20 posti letto (di cui 10 in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 2 gruppi elettrogeni (in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 2 motopompe idrovore. (una in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 2 autorespiratori per interventi in presenza di fumo o gas nocivi
  • 1 torrefaro mt 5.5 manuale (in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 1 torrefaro su rimorchio da 11 mt con gruppo elettrogeno da 15 Kva (in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 1 tendone servizi da 64 mtq (in comodato d'uso dal Comune di Fara in Sabina)
  • 1 miniescavatore da 2,8 ton (in comodato d'uso dalla Regione Lazio)
  • copertura radio su tutta la zona in frequenza VHF con ponte radio

Il nostro obiettivo: è quello di far conoscere il volontariato di protezione civile sul Vostro territorio, reclutando, anche grazie al Vostro aiuto, nuovi volontari allo scopo e di far crescere quel senso di coscienza civile che troppo spesso viene dimenticato, cercando di infondere, nelle persone che frequenteranno la nostra sede, quel senso di cittadinanza attiva, che del volontariato fa la sua arma più forte.

indietro - contatti